Gestione studio dentistico

gestione studio dentistico

La gestione dello studio dentistico è sicuramente l’aspetto più importante da curare per cercare di migliorare la propria competitività sul mercato di riferimento e ritagliarsi al suo interno uno spazio e noi di Trust Management abbiamo scelto di affiancare i professionisti del settore dentistico in un percorso di crescita sotto il profilo della gestione dello studio.

Alcuni professionisti puntano su un tariffario con costi più ristretti, altri offrono un servizio qualitativamente mediocre, proprio per cercare di contenere i costi di gestione.

Ovviamente non c’è nulla di più errato. Per ottenere dei risultati di maggior rilievo, in termini di fatturato e non solo, è indispensabile che un dentista si occupi della propria attività e della sua struttura.

Per sviluppare il proprio modello di affari occorre che venga definita una determinata strategia da seguire.

Inoltre è importante analizzare il mercato e capire a quale segmento dei potenziali pazienti rivolgersi per creare un’interazione che non si consumi in poco tempo ma che venga protratta il più a lungo possibile, in modo tale da generare nuovi pazienti e fidelizzarli.

Infine, riteniamo che altri aspetti basilari di un’adeguata gestione dello studio dentistico attengano alla sua organizzazione e alla politica di investimenti da portare avanti.

Adesso proviamo a scoprire insieme quali sono le tre basi su cui si sorregge un’adeguata strategia, per poter far conoscere all’esterno la propria realtà professionale, facendo in modo che il paziente possa trovare massima soddisfazione nei servizi offerti mettendo in atto la più credibile forma di pubblicità che esista al mondo: il passaparola.

Non bisogna assolutamente sottovalutare questo aspetto, chi si trova a gestire uno studio dentistico molto spesso compie degli enormi investimenti per impostare sofisticate campagne di marketing che non generano adeguati ritorni sugli impieghi effettuati.

Il passaparola, infatti, a nostro avviso, è uno dei principali moltiplicatori del business di qualunque attività.

L’organizzazione dello studio dentistico: il punto di partenza di una strategia vincente

Il primo passo inevitabile è quello della pianificazione e gestione del processo gestionale. Senza questi passaggi non è possibile amministrare lo studio dentistico efficientemente.

Per capire quali sono i bisogni del paziente e soddisfarli in pieno ma anche per una corretta programmazione, un adeguato coordinamento delle diverse attività e un’efficace comunicazione di ciò che viene offerto sul mercato di riferimento, in modo da acquisire nuovi pazienti e fidelizzarli nel tempo, occorre chiedersi quali siano i punti critici della gestione dello studio dentistico.

I punti critici possono essere i più disparati e riguardare, per esempio, il processo clinico:  come gestire l’agenda delle prime visite? il magazzino? Quale metodo usare per non disperdere i pazienti acquisiti?

Anche dal punto di vista della comunicazione interna possono essere riscontrati dei punti critici da risolvere, come per esempio l’assenza di condivisione dei propri obiettivi o strategie con gli altri operatori interni allo studio dentistico. Altro esempio è dato dall’acquisizione non completa dei dati del paziente o del tutto errata.

Se il libero professionista che si occupa dell’ amministrazione dello studio dentistico conosce le decisioni che ha operato, quando, come e per quale ragione le trasforma in azione, è in grado di comprendere il modo in cui ha conseguito i risultati durante i periodi amministrativi precedenti e potrà acquisire maggiore consapevolezza su come tagliare nuovi traguardi in un prossimo futuro.

L’analisi dei costi per noi di Trust Management è un fattore importante. Ne avevamo già parlato in questo articolo: analisi dei costi di uno studio odontoiatrico.

Il controllo dei costi di gestione

Al fine di ottenere gli obiettivi definiti in sede di programmazione per un’efficace, efficiente ed economica gestione dello studio dentistico, è necessario che questi vengano tradotti in concreti piani operativi ben supportati da un adeguato controllo di gestione.

Quest’ultimo si basa sul monitoraggio costante durante la gestione dei risultati e degli indicatori, in modo da poter utilizzare secondo efficienza (miglior rapporto mezzi usati e risultati conseguiti) ed efficacia ( misura la capacità di raggiungimento di un obiettivo con i mezzi di produzione disponibili o con una determinata azione) i mezzi materiali, le risorse umane e finanziarie a disposizione.

Tale monitoraggio consentirà al libero professionista di comprendere se ha intrapreso o meno la strada giusta per raggiungere  i propri obiettivi programmati.

Un valido strumento per la definizione delle aree di profitto e di perdita ma soprattutto per l’individuazione di un punto di riferimento, utile sia per il perseguimento degli obiettivi sia per la loro definizione, è l’analisi del punto di pareggio, conosciuta anche con il nome di Break Even Point.

Per una corretta analisi della gestione occorre individuare le componenti che incidono sulla variazione del reddito: ricavi, costi fissi, costi variabili, costi diretti, costi indiretti, eccetera.

La comunicazione esterna come strumento che crea valore

Comunicare all’esterno efficacemente è molto importante per uno studio dentistico in quanto contribuisce in modo notevole alla creazione e all’ampliamento dei pazienti nonché alla loro fidelizzazione.

Una comunicazione esterna di successo necessita di un piano di marketing ben strutturato e realizzato conoscendo bene le caratteristiche del settore in cui si opera, il comportamento dei potenziali pazienti, nonché quello dei competitor.

Infine analizzando in modo combinato i fattori che esercitano un’influenza esterna è possibile definire il tipo di politica di marketing da portare avanti.

Ogni azione viene pianificata e strutturata all’interno di un piano di comunicazione utilizzando dei mezzi efficaci per l’ottenimento degli obiettivi prefissati.

 

Migliorare gli aspetti tecnici e comunicativi del tuo studio è fondamentale oggi per aumentare il numero di pazienti. Richiedi una consulenza.