Le Nostre News

Informatizzazione dello studio
 dentistico

L’informatizzazione dello studio dentistico è un processo che, nel nostro tempo, invade tanti campi lavorativi.

E’ stato introdotto grazie all’avvento della tecnologia digitale e sta sempre più influenzando ogni settore economico.

Anche le professioni mediche, tra cui quella del dentista, non sono state risparmiate da tale processo caratterizzato sempre più dalla diffusione a macchia d’olio delle apparecchiature digitali che hanno reso indispensabile l’utilizzo del computer.

L’informatizzazione permette un’adeguata ottimizzazione degli aspetti più importanti riguardanti la gestione di uno studio per dentisti.

Questo processo non riguarda soltanto gli aspetti clinici ma anche quelli squisitamente di carattere gestionale che possono garantire un risparmio di risorse rilevanti (tempo, denaro, eccetera).

Al giorno d’oggi sul mercato sono disponibili tanti software che cercano di rispondere al meglio alle esigenze di lavoro dello studio dentistico.

Adesso cercheremo di fornire al lettore una panoramica sui principali vantaggi derivanti dall’informatizzazione dello studio odontoiatrico che vanno oltre l’aspetto clinico e invadono altre attività altrettanto importanti, ai fini del perseguimento degli obiettivi strategici prefissati.

I benefici del processo di informatizzazione in campo odontoiatrico

L’informatizzazione consente di ottenere una migliore gestione delle informazioni di cui entra in possesso un dentista. Tutti i dati ottenuti in formato digitale vengono gestiti attraverso l’utilizzo degli strumenti che ci vengono proposti dal mondo dell’informatica e dell’hi-tech (PC, scanner, dispositivi mobili, eccetera).

Più migliora la qualità delle informazioni, altrettanto migliore sarà la qualità delle decisioni prese. Grazie all’ausilio degli strumenti informatici, pertanto, è possibile gestire al meglio le informazioni di qualità, complete, semplici da organizzare e facilmente reperibili.

Tutti questi aspetti, caratterizzanti lo studio informatizzato, non vanno sottovalutati in quanto contribuiscono in modo decisivo al successo del dentista.

Oramai viviamo nell’epoca della digitalizzazione e della smaterializzazione dei supporti cartacei, strumenti che ha volte risultano poco idonei a svolgere un’efficiente attività di raccolta e gestione delle informazioni cliniche dei pazienti.

I costi di gestione delle informazioni contenute nelle cartelle cartacee spesso sono poco presi in considerazione: basti pensare ai tempi necessari per lo spostamento e il reperimento delle cartelle cliniche, per non parlare poi dello spazio di cui si necessita per il loro stoccaggio.

Per fortuna, grazie all’avvento della digitalizzazione dei documenti dello studio dentistico, le pratiche appena descritte fanno parte del passato.

L‘informatizzazione dello studio per dentisti non soltanto abbatte i costi di gestione delle informazioni cliniche dei propri pazienti, sia monetari sia non monetari (tempo, denaro, stress, spazi fisici, eccetera), ma contribuisce anche ad implementare le strategie connesse allo sviluppo della propria attività professionale.
Oramai gli strumenti della digitalizzazione hanno sostituito la carta anche nello sviluppo delle politiche di marketing da portare avanti, nonché in tutte le attività inerenti al controllo di gestione.

L’informatizzazione, un valido strumento di strategia

Uno studio dentistico adeguatamente informatizzato può anche migliorare la qualità di gestione dei propri pazienti e il livello di comunicazione.

Per esempio, se la strategia di marketing che si intende adottare prevede anche mantenere un rapporto con una parte della clientela che non si rivolge al dentista da parecchio tempo, grazie all’informatizzazione dello studio dentistico, è possibile riuscire a individuare tutte le persone che da tanto tempo non fanno richiesta dei servizi offerti, per cercare di coinvolgerli attivamente con delle proposte di sicuro interesse.

Purtroppo la gestione dei documenti cartacei non renderebbe semplice l’operazione attraverso cui vengono individuate tutte le persone da contattare per provare a coinvolgerli in nuove iniziative ed evitare che si possano allontanare dal proprio studio dentistico, ricordando loro di pensare con maggiore regolarità all’igiene dei propri denti.

Grazie all’utilizzo degli strumenti informatici in poco tempo è possibile organizzare una propria agenda dei pazienti da ricontattare, al fine d’intraprendere da subito una convincente ed efficace attività promozionale.

Per gestire in modo moderno uno studio per dentisti è necessario avvalersi di validi strumenti informatici che vanno utilizzati in modo logico e strategico.

Molto spesso gli studi odontoiatrici, che non gestiscono in maniera informatizzata le informazioni utili per lo svolgimento delle proprie attività professionali, vanno incontro a non poche difficoltà nel generare un adeguato profitto.

Gli elementi più importanti dell’informatizzazione dello studio

Per un’ottimale amministrazione dello studio dentistico informatizzato è importante scegliere e implementare un valido software gestionale: occorre individuare il programma idoneo per la gestione clinica e l’analisi dei dati indispensabili, con l’obiettivo di avviare una campagna di marketing di successo e contestualmente svolgere tutte le operazioni necessarie per un efficace controllo di gestione.

Per sfruttare al massimo le potenzialità dell’informatizzazione dello studio dentistico bisogna anche disporre di una mentalità favorevole ad accogliere l’innovazione funzionale all’analisi e alla raccolta dei dati utili per perseguire le proprie finalità d’impresa.

Non avrebbe alcun senso, infatti, che gli studi odontoiatri si dotino di un software di gestione per un utilizzo parziale e che non si occupino di raccogliere i dati perché non hanno un’adeguata cultura del dato e del suo impiego per assumere delle decisioni rilevanti sul piano qualitativo.

Hai bisogno di aiuto per l’informatizzazione nel tuo studio dentistico? Rivolgiti ai nostri esperti di Trust Management Odontoiatrico

Leggi Tutto
Atteggiamento del dentista


Molto spesso l’atteggiamento del dentista è uno degli aspetti che può incidere davvero tanto sulla scelta operata dal potenziale paziente ai fini dell’instaurazione di un rapporto duraturo nel tempo.

Il dentista desiderato dalla maggior parte dei pazienti, che hanno risposto a un sondaggio anonimo portato avanti in collaborazione con AIOP (Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica), deve presentare le seguenti caratteristiche:

–  Come prima cosa deve essere bravo, competente e altamente professionale. Inoltre, deve essere in grado di spiegare in modo semplice le terapie nonché dimostrare delle ottime doti comunicative con il proprio paziente.

–  Gli orari dello studio dentistico devono essere comodi e in grado di venire incontro alle esigenze del paziente.

–  Lo studio dentistico deve disporre di strumenti altamente innovativi dal punto di vista tecnologico seguano le evoluzioni che si registrano nel settore.

Al giorno d’oggi il dentista non viene più considerato come quel libero professionista a cui ci si rivolge per risolvere un problema di salute dei propri denti e di quelli dei propri familiari, proprio come accade con il medico di famiglia.

Molto spesso i componenti di uno stesso nucleo familiare si rivolgono a diversi dentisti.

Ciò succede perché al giorno d’oggi i pazienti hanno più esigenze e in un certo senso si sono anche evoluti perché entrano in possesso di tante informazioni, fanno dei confronti dopo aver maturato diverse esperienze all’interno di più studi per dentisti e hanno determinate aspettative.

Inoltre il mercato presenta anche il vantaggioso aspetto di fornire tante alternative tutte molto valide e utili per risolvere i propri problemi d’igiene dentale, cogliendo le offerte più interessanti del momento e stando molto più attenti a come spendere i propri soldi.

L’importanza della comunicazione nel settore odontoiatrico

Proprio perché i pazienti al giorno d’oggi sono molto più informati e cercano più elementi per poter creare dei termini di paragone, risulta fondamentale saper comunicare i propri valori professionali.

L’atteggiamento di uno studio dentistico vincente deve tener conto dell’importanza che ricopre lo strumento della comunicazione al giorno d’oggi.

Una comunicazione di qualità mette nelle condizioni il destinatario dei propri messaggi di ottenere tutte le informazioni utili per conoscere la propria realtà professionale e che contribuiscono anche a migliorare le conoscenze del proprio interlocutore sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo.

Una buona comunicazione di uno studio dentistico mette al centro i bisogni dei potenziali pazienti, facendoli sentire delle persone importanti di cui ci si preoccupa.

Le informazioni da rendere note devono essere chiare, dirette e accessibili a chiunque. La loro funzione è quella di tranquillizzare il paziente sugli aspetti più importanti che riguardano un determinato intervento concernenti la sua validità e il costo. L’atteggiamento dello studio odontoiatrico deve essere in grado di suscitare delle emozioni serene e positive.

Il paziente ha l’esigenza di comprendere tutti gli aspetti che riguardano la salute dei propri denti proprio per una ragione di serenità.

Pertanto il principale obiettivo dello studio dentistico è quello di mettere nelle condizioni il destinatario, del messaggio che si desidera comunicare, di capire perché è importante acquistare il servizio offerto e quali sono le ragioni che devono spingere per la scelta di questa soluzione, in quanto è la migliore per la salute dei propri denti.

Il comportamento del dentista quindi non deve essere quello di un operatore commerciale che deve vendere qualcosa ma piuttosto di un professionista  attento ad  indurre in modo consapevole il potenziale paziente ad acquistare il servizio, visto da quest’ultimo come la soluzione migliore per i propri interessi personali.

Ovviamente questo tipo di comportamento non deve assolutamente snaturare l’etica professionale che contraddistingue la figura importante e molto seria del dentista.

Il comportamento del dentista verso il team dello studio

Non è semplice lavorare con le persone. Riteniamo sia importantissimo analizzare l’atteggiamento del dentista di successo quando lavora in team con gli altri. Ecco gli aspetti da tenere in considerazione e che riteniamo indispensabili per raggiungere i propri obiettivi professionali:

- Definizione dei ruoli. È importante che il dentista si assicuri che i componenti del suo team abbiano compreso il proprio ruolo e le attività di competenza da svolgere.

– Le regole di condotta e di collaborazione devono essere uguali per tutti e condivise da tutto il team.

– Prima dell’apertura al pubblico è importante comunicare ai propri collaboratori tutte le informazioni utili per svolgere al meglio il proprio lavoro.

– La comunicazione verso il proprio team deve essere orientata sia all’ottenimento dei risultati che alla risoluzione delle problematiche, discorsiva e senza elementi di rigidità nei confronti dei destinatari.

– Ogni mese chi esercita la leadership all’interno dello studio odontoiatrico deve organizzare una riunione nella quale si ha modo di condividere tutti gli aspetti importanti inerenti alla crescita della propria attività ma anche di riflettere su tutti gli aspetti migliorabili nonostante i successi ottenuti.

– In caso di conflitti tra i componenti del team dello studio, il leader si deve occupare della loro pacifica risoluzione.

– È fondamentale organizzare il lavoro mostrando una visione di sistema che non ponga troppo l’accento sulle personalizzazioni. I risultati portati a casa dallo studio dentistico, infatti, sono il frutto del lavoro di tutti, nessuno escluso.

L’atteggiamento del dentista, inoltre, deve essere quello di motivare al massimo i componenti del proprio team, i quali vanno resi partecipi delle scelte operate e con cui bisogna cercare di mantenere una comunicazione di qualità.

– Vanno condivise anche le informazioni di carattere scientifico nonché tutte le scelte effettuate durante lo svolgimento delle attività che caratterizzano lo studio in modo da creare un percorso di crescita e formazione che coinvolga i membri del team durante il lavoro.

Hai bisogno di aiuto per la comunicazione nel tuo studio dentistico? Rivolgiti ai nostri esperti di Trust Management Odontoiatrico

Leggi Tutto
Sviluppo sito web per studio dentistico

Lo sviluppo del sito web per studio dentistico è fondamentale per migliorare la visibilità della propria attività professionale, ricevere consensi dagli utenti e incrementare il proprio portfolio di pazienti.

Al giorno d’oggi chiunque svolga una libera professione ha bisogno di un sito internet per farsi conoscere ed entrare in contatto con i propri pazienti.

Considerata la grande competizione, che oramai caratterizza ogni settore dell’economica, non basta realizzare un sito web per cominciare a vendere i propri prodotti o servizi.

Risulta fondamentale utilizzare la giusta metodologia per far sì che il proprio portale diventi un punto di riferimento per i pazienti ma anche un valido strumento di conversione del lettore in paziente.

Adesso proviamo a scoprire insieme quali sono i passaggi più importanti da seguire per realizzare un portale per dentista di successo.

Analisi e individuazione degli obiettivi

Il punto di avvio per lo sviluppo di un sito web per studio dentistico prevede di analizzare in modo dettagliato il proprio target e individuare le principali esigenze dei soggetti destinatari dei messaggi pubblicitari.

Risulta rilevante far conoscere all’esterno in cosa ci si differenzia dagli altri competitor e quali sono gli obiettivi prefissati dal proprio portale.

Al giorno d’oggi, più che parlare della creazione di un sito web per studio dentistico, è più corretto affermare che occorre mettere in piedi una strategia, di cui il portale è solo un elemento.

Infatti il sito web rappresenta lo strumento principale per dare corpo ad una strategia finalizzata al conseguimento di un profitto ma anche all’ottenimento di una visibilità che riteniamo fondamentale affinché l’utente possa convertirsi in paziente.

Progettazione grafica e descrizione del servizio

Dopo aver individuato gli obiettivi da raggiungere e i pazienti a cui rivolgersi attraverso il proprio sito internet, il passaggio successivo prevede la realizzazione del sito per dentista responsive, perfettamente navigabile dagli utenti con qualunque dispositivo (PC, Tablet, Smartphone, iPhone, eccetera), con delle funzioni che si prestano anche ad una personalizzazione, in modo tale da condurre delle campagne di marketing dirette ad acquisire un determinato segmento di pazienti ma anche a fidelizzare quelli già acquisiti.

Come si suol dire, l’occhio vuole la sua parte. Pertanto risulta molto importante progettare al meglio l’aspetto grafico del sito internet dello studio dentistico, al fine di catturare l’attenzione dei visitatori.

Quest’ultimi molto spesso leggono poco quando visitano un portale e prestano molta più attenzione alle immagini.

Per questo motivo è importante che i contenuti visivi abbiano natura esplicativa e che in alcune circostanze siano in grado di sostituirsi alle parole e di contribuire alla navigabilità del portale.

Inoltre attraverso le immagini il libero professionista racconta la propria attività e soprattutto fa conoscere all’esterno i servizi che offre ai propri potenziali pazienti.

Un fattore fondamentale per un’attività di marketing vincente è quello di creare una “Corporate Identity” in grado di dare un’immagine del proprio studio molto chiara e ben definita.

Un design moderno agevola le interazioni e soprattutto rende molto semplice la navigazione dell’utente.

Al giorno d’oggi non bisogna assolutamente sottovalutare la potenzialità dei social media. Pertanto lo sviluppo sito web per studio dentistico è possibile anche attraverso la gestione professionale delle pagine social che consentono di incrementare notevolmente sia la visibilità sia il numero dei pazienti.

Per offrire una panoramica sulla propria realtà professionale e per dare una descrizione dettagliata dei servizi proposti, è possibile realizzare dei set fotografici ma anche dei video in alta definizione, da condividere all’interno delle più seguite piattaforme social (Facebook, Twitter, Instagram, Google Plus, ecc.).

Sviluppo, revisione e aggiornamenti del sito per dentista

Dopo aver compiuto una puntuale ed esauriente analisi delle esigenze e individuati gli obiettivi da raggiungere, si procede a sviluppare il portale per studio dentistico cercando di personalizzarlo e renderlo compatibile alle esigenze del libero professionista ma anche di creare un contesto dinamico e responsive che sia perfettamente in linea con l’analisi effettuata.

Lo sviluppo sito web per studio dentistico non si esaurisce con la fase di progettazione e di realizzazione, né tanto meno con quella di ottimizzazione sui principali motori di ricerca.

È indispensabile, infatti, continuare a sottoporlo frequentemente ad un’azione di aggiornamento costante che può essere programmata concordandola con il libero professionista, in modo tale che nel tempo il sito web del suo studio possa essere aggiornato con contenuti nuovi, accattivanti e di grande interesse per i lettori.

Con l’aggiornamento si dimostra che la propria attività ha sempre qualcosa in più e di innovativo da offrire alla propria clientela rispetto alla concorrenza. Anche questo aspetto, che non va sottovalutato, alla lunga può contribuire nel fare la differenza.

Non solo web design: l’ottimizzazione del sito per dentista

Dei contenuti accattivanti e un design moderno, elegante e ben funzionale da soli non bastano per lo sviluppo sito web per studio dentistico.

Quest’ultimo infatti necessita di un’ottimizzazione adeguata che consenta di ottenere il miglior posizionamento possibile sui principali motori di ricerca.

Il rischio che si corre malgrado un portale risulti ben fatto e in grado di sbalordire il paziente, a tal punto da giustificare il prezzo fissato per i servizi offerti, è di non riuscire ad avere alcuna visibilità.

Il portale internet di uno studio dentistico deve promuovere la propria attività che deve essere svolta nell’area geografica in cui ha sede.

Se il dentista svolge la propria attività professionale a Roma, il principale obiettivo del portale sarà quello di individuare dei potenziali pazienti che risiedono nella città capitolina o al massimo in tutta l’area della città metropolitana.

Solo attraverso un lavoro di ottimizzazione SEO è possibile figurare tra i primi risultati di Google quando si effettua una ricerca a livello locale, del tipo “dentista a Roma“.

Un buon posizionamento, infine, si può ottenere anche per delle aree geografiche molto più ampie.

 

Hai bisogno di aiuto per lo sviluppo del Sito Web per il tuo studio dentistico? Rivolgiti ai nostri esperti di Trust Management Odontoiatrico

Leggi Tutto
Gestione studio dentistico

La gestione dello studio dentistico è sicuramente l’aspetto più importante da curare per cercare di migliorare la propria competitività sul mercato di riferimento e ritagliarsi al suo interno uno spazio e noi di Trust Management abbiamo scelto di affiancare i professionisti del settore dentistico in un percorso di crescita sotto il profilo della gestione dello studio.

Alcuni professionisti puntano su un tariffario con costi più ristretti, altri offrono un servizio qualitativamente mediocre, proprio per cercare di contenere i costi di gestione.

Ovviamente non c’è nulla di più errato. Per ottenere dei risultati di maggior rilievo, in termini di fatturato e non solo, è indispensabile che un dentista si occupi della propria attività e della sua struttura.

Per sviluppare il proprio modello di affari occorre che venga definita una determinata strategia da seguire.

Inoltre è importante analizzare il mercato e capire a quale segmento dei potenziali pazienti rivolgersi per creare un’interazione che non si consumi in poco tempo ma che venga protratta il più a lungo possibile, in modo tale da generare nuovi pazienti e fidelizzarli.

Infine, riteniamo che altri aspetti basilari di un’adeguata gestione dello studio dentistico attengano alla sua organizzazione e alla politica di investimenti da portare avanti.

Adesso proviamo a scoprire insieme quali sono le tre basi su cui si sorregge un’adeguata strategia, per poter far conoscere all’esterno la propria realtà professionale, facendo in modo che il paziente possa trovare massima soddisfazione nei servizi offerti mettendo in atto la più credibile forma di pubblicità che esista al mondo: il passaparola.

Non bisogna assolutamente sottovalutare questo aspetto, chi si trova a gestire uno studio dentistico molto spesso compie degli enormi investimenti per impostare sofisticate campagne di marketing che non generano adeguati ritorni sugli impieghi effettuati.

Il passaparola, infatti, a nostro avviso, è uno dei principali moltiplicatori del business di qualunque attività.

L’organizzazione dello studio dentistico: il punto di partenza di una strategia vincente

Il primo passo inevitabile è quello della pianificazione e gestione del processo gestionale. Senza questi passaggi non è possibile amministrare lo studio dentistico efficientemente.

Per capire quali sono i bisogni del paziente e soddisfarli in pieno ma anche per una corretta programmazione, un adeguato coordinamento delle diverse attività e un’efficace comunicazione di ciò che viene offerto sul mercato di riferimento, in modo da acquisire nuovi pazienti e fidelizzarli nel tempo, occorre chiedersi quali siano i punti critici della gestione dello studio dentistico.

I punti critici possono essere i più disparati e riguardare, per esempio, il processo clinico:  come gestire l’agenda delle prime visite? il magazzino? Quale metodo usare per non disperdere i pazienti acquisiti?

Anche dal punto di vista della comunicazione interna possono essere riscontrati dei punti critici da risolvere, come per esempio l’assenza di condivisione dei propri obiettivi o strategie con gli altri operatori interni allo studio dentistico. Altro esempio è dato dall’acquisizione non completa dei dati del paziente o del tutto errata.

Se il libero professionista che si occupa dell’ amministrazione dello studio dentistico conosce le decisioni che ha operato, quando, come e per quale ragione le trasforma in azione, è in grado di comprendere il modo in cui ha conseguito i risultati durante i periodi amministrativi precedenti e potrà acquisire maggiore consapevolezza su come tagliare nuovi traguardi in un prossimo futuro.

L’analisi dei costi per noi di Trust Management è un fattore importante. Ne avevamo già parlato in questo articolo: analisi dei costi di uno studio odontoiatrico.

Il controllo dei costi di gestione

Al fine di ottenere gli obiettivi definiti in sede di programmazione per un’efficace, efficiente ed economica gestione dello studio dentistico, è necessario che questi vengano tradotti in concreti piani operativi ben supportati da un adeguato controllo di gestione.

Quest’ultimo si basa sul monitoraggio costante durante la gestione dei risultati e degli indicatori, in modo da poter utilizzare secondo efficienza (miglior rapporto mezzi usati e risultati conseguiti) ed efficacia ( misura la capacità di raggiungimento di un obiettivo con i mezzi di produzione disponibili o con una determinata azione) i mezzi materiali, le risorse umane e finanziarie a disposizione.

Tale monitoraggio consentirà al libero professionista di comprendere se ha intrapreso o meno la strada giusta per raggiungere  i propri obiettivi programmati.

Un valido strumento per la definizione delle aree di profitto e di perdita ma soprattutto per l’individuazione di un punto di riferimento, utile sia per il perseguimento degli obiettivi sia per la loro definizione, è l’analisi del punto di pareggio, conosciuta anche con il nome di Break Even Point.

Per una corretta analisi della gestione occorre individuare le componenti che incidono sulla variazione del reddito: ricavi, costi fissi, costi variabili, costi diretti, costi indiretti, eccetera.

La comunicazione esterna come strumento che crea valore

Comunicare all’esterno efficacemente è molto importante per uno studio dentistico in quanto contribuisce in modo notevole alla creazione e all’ampliamento dei pazienti nonché alla loro fidelizzazione.

Una comunicazione esterna di successo necessita di un piano di marketing ben strutturato e realizzato conoscendo bene le caratteristiche del settore in cui si opera, il comportamento dei potenziali pazienti, nonché quello dei competitor.

Infine analizzando in modo combinato i fattori che esercitano un’influenza esterna è possibile definire il tipo di politica di marketing da portare avanti.

Ogni azione viene pianificata e strutturata all’interno di un piano di comunicazione utilizzando dei mezzi efficaci per l’ottenimento degli obiettivi prefissati.

 

Migliorare gli aspetti tecnici e comunicativi del tuo studio è fondamentale oggi per aumentare il numero di pazienti. Richiedi una consulenza.

Leggi Tutto
Grafica coordinata per studio dentistico

La grafica coordinata per studio dentistico è lo stile grafico usato per sviluppare il marchio, più correttamente chiamato logo, con cui viene identificata la propria attività professionale.

Il logo compare su qualunque mezzo utilizzato dallo studio per comunicare all’esterno sia nella modalità tradizionale sia in rete: carta per lettere, biglietti da visita, brochure, inviti, targhe, pannelli pubblicitari, portale Internet, banner pubblicitari, landing page, e-mail, pagine dei principali social media.

La grafica coordinata per studio odontoiatrico si caratterizza per la presenza di una serie di fattori che contribuiscono a rendere differente la propria realtà professionale da quella dei propri concorrenti ma anche riconoscibile e unica: componente grafici, colori, disegni e altri elementi distintivi combinati fra di loro e utilizzati in modo da rappresentare in modo unitario il lavoro svolto dallo studio dentistico interessato.

Grafica coordinata per dentisti: perché è importante curarla?

Spesso molte liberi professionisti non si rendono conto di quanto sia importante per la propria attività l’utilizzo di un’ immagine coordinata per studio dentistico.

Quest’ultima rappresenta il modo principale attraverso cui un dentista può essere riconosciuto e grazie alla quale ogni forma di comunicazione utilizzata può essere ricondotta solo ed esclusivamente alla sua persona, in modo tale che le campagne pubblicitarie o i semplici messaggi non vengano confusi con quelli degli studi odontoiatrici concorrenti.

Il principale obiettivo è quello di incrementare la riconoscibilità di tutti i messaggi che vengono inviati con l’obiettivo di incrementare il proprio portafoglio di clientela e stabilire un rapporto di fiducia con gli utenti ma soprattutto un legame con i propri pazienti.

La grafica coordinata per studio dentistico rappresenta la base per una comunicazione efficace con l’esterno, oltre ad essere utilizzata dai grandi brand, proprio per diversificare i propri prodotti da quelli piazzati sul mercato dai competitori.

Al giorno d’oggi viene presa in considerazione anche da chi opera in un ambito ben più ristretto e sempre più locale.

Le grandi aziende conosciute in tutto il mondo investono tantissimo sul loro marchio proprio per differenziarsi e renderlo riconoscibile soprattutto durante gli spot pubblicitari che fanno parte di una determinata campagna di marketing (Adidas, Mercedes, Nike, Armani, eccetera), in modo tale che il loro logo distintivo possa rimanere ben impresso nella mente del destinatario del messaggio pubblicitario.

Queste tecniche, che consentono una semplice e immediata memorizzazione del logo del brand, non sono utilizzate soltanto dalle grandi aziende ma anche dagli studi dentistici.

Il logo per dentista è un marchio distintivo, uno dei primi componenti su cui bisogna investire per creare una propria ed inequivocabile identità professionale da far conoscere all’esterno.

L’utilizzo efficace dell’immagine coordinata

Molti professionisti sono convinti che soltanto le grandi aziende debbano preoccuparsi di curare l’immagine del proprio brand e applicarla su tutti i materiali che utilizzano per comunicare all’esterno.

Chi opera in piccolo, secondo questa errata concezione, non ha la necessità di porre in essere degli investimenti di una certa portata, visto che l’ambito geografico nel quale interagisce è di dimensioni più ristrette, riconducibili ad un contesto prettamente locale.

Noi invece siamo dell’idea che uno studio dentistico debba cogliere al volo ogni opportunità per far conoscere la propria realtà professionale e imprimerla nella mente degli utenti che, in ogni momento, possono essere convertiti in pazienti.

Ovviamente, come abbiamo visto in altri articoli, non basta investire soltanto nell’ambito della grafica coordinata per studio dentistico per raggiungere i propri obiettivi, in quanto una parte delle risorse devono essere utilizzate per sviluppare un sito web per studio dentistico e implementare delle campagne di web marketing odontoiatrico e tante altre attività di non minore rilevanza.

Creare un logo unico per essere riconoscibili

Quando ci si occupa della creazione di una grafica coordinata per studio dentistico bisogna cercare di mettere in campo la massima creatività e originalità possibili, al fine di realizzare un logo unico.

Ciò vuol dire che il professionista che si occupa di curare tali aspetti non deve imitare nessuno dei propri competitor o nazionali, in modo tale che lo studio dentistico non venga confuso dai destinatari dei messaggi promozionali o di altro materiale.

Imitare un logo già esistente significherebbe investire in pubblicità di cui potrebbero beneficiare in modo del tutto gratuito i propri concorrenti, sfruttando seppur involontariamente la confusione che si verrebbe a creare tra due marchi che presentano caratteristiche molto simili tra loro.

Per cercare di creare un’immagine unica e originale bisogna uscire dagli schemi comuni e soprattutto dalle grafiche coordinate oramai molto utilizzate dagli altri e di cui il mercato di riferimento è saturo: sorrisi, stilizzazioni di denti, denti curati e lucidi, camici da chirurgo in verde, eccetera.

Queste immagini ormai sono un qualcosa di già visto che può soltanto creare confusione ma non contribuisce a distinguere la propria attività da quella degli altri.

L’introduzione di un breve testo nel logo dello studio dentistico

Molto spesso i professionisti hanno l’esigenza di associare al logo della propria attività un breve testo che sintetizzi le principali caratteristiche della propria attività, spiegando nell’immediato di cosa ci si occupa, in quali aspetti si ritiene di essere migliori degli altri concorrenti e lasciando intendere quali sono le ragioni per cui vale la pena scegliere il proprio studio.

Per creare questo breve testo, nel gergo tecnico denominato “Pay-off”, bisogna essere originali. Pertanto risulta indispensabile evitare di trarre ispirazione da marchi conosciuti, di cui si sa oramai di tutto e di più.

Riteniamo che il Pay-off sia molto importante soprattutto per coloro i quali non hanno un nome che consente di identificare la propria attività con facilità e che può essere confusa con quella di altri liberi professionisti.

 

Hai bisogno di aiuto per la creazione della grafica coordinata per il tuo studio dentistico? Rivolgiti ai nostri esperti di Trust Management Odontoiatrico

Leggi Tutto
Web marketing odontoiatrico

Il web marketing odontoiatrico al giorno d’oggi è un servizio che non deve essere assolutamente sottovalutato da chi gestisce uno studio dentistico.

Gli obiettivi principali di qualunque professionista o brand, (quindi anche del dentista), quando viene svolta una campagna di web marketing affidandosi ad esperti professionisti, sono sempre gli stessi: far conoscere la propria realtà ai propri potenziali pazienti e instaurare un rapporto di fiducia da mantenere il più a lungo possibile.

Gli strumenti per l’avvio di una campagna di web marketing efficace

A prescindere dal fatto che ci si trovi in una fase di startup o si abbia la necessità di rilanciare lo studio dentistico, un’efficace campagna di web marketing deve tenere necessariamente in considerazione una serie di fattori:

–  individuare e analizzare gli aspetti che più interessano e risultano graditi a coloro i quali sono in cerca di servizi di igiene dentale e di prevenzione;

– scegliere i canali attraverso cui è possibile entrare in contatto con gli utenti per far conoscere la propria realtà professionale;

– mostrare cosa si è in grado di fare e spiegare le ragioni per cui è meglio rivolgersi al proprio studio dentistico, evidenziando i punti di forza che lo rendono diverso dagli altri competitor.

Ma ovviamente per proporre un livello di comunicazione così importante, incisivo e attraente bisogna avvalersi di due strumenti di web marketing odontoiatrico indispensabili: un sito web e delle pagine web sui social media.

I fattori che incrementano la visibilità del sito per dentisti

Come abbiamo già avuto modo di ribadire nell’articolo in cui ci siamo occupati dello sviluppo sito web per studio dentistico, la creazione del sito accattivante e ben fatto per quanto possa risultare, non basta per attirare l’attenzione dell’utente in modo da poterlo convertire in paziente.

Risulta indispensabile svolgere alcune attività ritenute fondamentali per l’incremento della sua visibilità: realizzare una strategia di ottimizzazione in chiave SEO, creare un blog professionale, implementare campagne di social marketing e di e-mail marketing.

L’ottimizzazione in chiave SEO del sito per dentisti

Il primo passo di una strategia di web marketing odontoiatrico vincente è quello di creare un sito con cui trasmettere in modo chiaro, diretto e inequivocabile i valori principali della propria realtà professionale ai visitatori, mettendoli nelle condizioni di interagire in maniera intuitiva e veloce a prescindere da dispositivo utilizzato (PC, Tablet, Smartphone, iPhone, eccetera).

Ovviamente le visite non possono mai generarsi da sole. Infatti è necessario utilizzare delle tecniche che consentano di migliorare la posizione del portale creato sul motore di ricerca principale, Google.

Tali tecniche sono il cuore dell’attività di ottimizzazione SEO dei portali degli studi odontoiatrici.

I termini contenuti sul portale, in particolar modo nell’homepage, devono contenere le parole chiave che solitamente vengono utilizzate dagli utenti quando effettuano delle ricerche in rete concernenti i servizi offerti nel settore odontoiatrico o siti che trattano temi attinenti.

Le pagine del sito odontoiatrico possono essere ottimizzate prendendo in considerazione l’oggetto dell’attività (per esempio “studio dentistico” oppure “odontoiatria”) e/o l’area geografica in cui si svolge l’attività (“studio dentistico Milano”, “studio odontoiatrico Roma”, eccetera).

Nella pagina web dedicata alla sezione “Chi siamo” il professionista può raccontare in breve ai propri visitatori chi è, cosa fa, quali servizi offre e in quale luogo.

È buona pratica inserire anche una sezione riservata alle “Referenze” in cui si può dimostrare la soddisfazione da parte dei pazienti che già hanno avuto modo di conoscere i servizi offerti.

La creazione di un blog professionale

Una valida campagna di web marketing per dentisti non si basa soltanto sulla pubblicità del libero professionista e della sua attività ma deve saper creare un certo interesse attorno a sé, in modo da ottenere una continua interazione con gli utenti, i quali possono entrare in contatto con contenuti informativi attinenti e in grado di soddisfare le loro più disparate esigenze.

Da qui nasce la necessità di creare un blog che contenga notizie provenienti dal mondo dell’igiene orale e della prevenzione, approfondimenti e temi che possano attrarre l’attenzione di qualunque tipo di lettore.

Utilizzando Google Trend, inoltre, è possibile effettuare periodicamente delle ricerche per conoscere quali sono i temi più seguiti dagli utenti, in modo tale da impostare la propria strategia di web marketing per dentisti realizzando un piano editoriale sugli argomenti di maggior interesse in quel dato momento.
La condivisione di contenuti nei principali social media

Condividendo i propri contenuti all’interno dei più seguiti social media è possibile creare un rapporto di fiducia con i propri potenziali pazienti, grazie alle recensioni che possono essere pubblicate da coloro i quali hanno avuto modo di maturare un’esperienza diretta con la realtà professionale dello studio odontoiatrico frequentato.

Questo servizio può essere attivato all’interno della piattaforma di Facebook, mediante il servizio “Google My Business”.

Grazie a questo strumento molto usato nell’ambito del web marketing odontoiatrico è possibile ottenere un passaparola che fa incrementare in modo esponenziale e spontaneo la visibilità della propria attività online attraverso lo strumento della condivisione dei contenuti.

Così lo studio odontoiatrico ha la possibilità di fornire delle informazioni sui costi per ogni intervento e sulla modalità attraverso cui vengono svolti i trattamenti, di dare un’efficace ed esauriente panoramica dei servizi proposti e condividere le recensioni positive dei pazienti che manifestano la loro soddisfazione, nonché di  entrare in contatto con nuovi visitatori che potenzialmente possono trasformarsi in futuri pazienti.

 

Hai bisogno di aiuto per la pianificazione di una campagna di Web Marketing? Rivolgiti ai nostri esperti di Trust Management Odontoiatrico

Leggi Tutto
Strategie per spendere meno e vivere felici

Siamo arrivati alla fine dell’anno ed è tempo di bilanci dal punto di vista economico per ogni attività imprenditoriale e per chiunque operi nel campo della libera professione. Ogni libero professionista, non godendo della tredicesima, si trova a dicembre ad affrontare il periodo più duro dell’anno in termini finanziari: mentre guarda il proprio conto corrente prosciugarsi, si trova a dover fare i conti con una gestione dei costi non sempre agevole.

Questo concetto vale chiaramente anche per lo studio odontoiatrico che, come sappiamo bene, ha tante spese da sostenere mensilmente e mai tante quante in dicembre, un po’ per l’arrivo delle ferie che impongono la consegna dei lavori ai pazienti e il conseguente pagamento di collaboratori e odontotecnici, un po’ per la pressione fiscale agevolata dalle “non strategie fiscali” di alcuni commercialisti. Sotto questo punto di vista un odontoiatra non può mai abbassare la guardia.

L’importanza di affidarsi al controllo di gestione in odontoiatria

Per una gestione economica e di marketing più equilibrata ed efficace risulta saggio per uno studio odontoiatrico affidarsi agli strumenti del management odontoiatrico. Grazie all’applicazione pratica di questi sistemi, sarà finalmente possibile tenere sotto controllo la situazione economica dell’attività, in ogni momento dell’anno, operando a vari livelli.

Un controllo di gestione di alto livello sarà in grado,infatti, di evitare che non vi sia uno scompenso e un disequilibrio tra la mole di lavoro sostenuta dall’attività e il guadagno ottenuto.

Inoltre, tramite la creazione di un piano di marketing innovativo, personalizzato e utile si potrà tracciare la strada per raggiungere risultati sul breve e medio periodo, semplicemente seguendo le strategie individuate in fase di analisi dei dati.

In definitiva, lo studio odontoiatrico dovrà organizzarsi per tempo dal punto di vista economico-finanziario, in modo da trovarsi nell’ultimo mese dell’anno senza ansia e di conseguenza in grado di organizzare il rientro di gennaio con nuovi obiettivi e strategie.

Le cose che i dentisti non pensano e che possono far risparmiare il proprio studio

Come si è già detto quindi, non si può negare che, per uno studio odontoiatrico, l’ultimo mese dell’anno possa risultare molto difficoltoso dal punto di vista della gestione economica.

Le spese di gestione e i costi sono spesso superiori agli altri mesi, per via della chiusura dell’anno, e spesso  per una serie di ragioni la previsione sulla fatturazione risulta molto meno predicibile, rispetto ad altri periodi dell’anno: da una parte vi è la necessità di fare cassa, dall’altre la “paura di essere troppo alti”.

Tante persone che hanno bisogno di cure odontoiatriche tendono a fare pressione perché i lavori iniziati vengano consegnati in tempi di record ed i pazienti latitanti a tutti i richiami di controllo nel corso dell’anno, pretendono come per magia di avere appuntamenti in urgenza anche il giorno di Natale.

In questa condizione di estrema pressione, la prima cosa da fare è prendere in mano la situazione dell’agenda del proprio studio odontoiatrico. Sarà necessario prevedere già da novembre gli spazi necessari alle consegne dei lavori di protesi iniziati e in consegna a dicembre. Poi ovviamente, soprattutto a ridosso dell’ultima settimana, lasciare dei blocchi in agenda per le probabili urgenze dell’ultimo minuto e per i pazienti che potrebbero trasformarsi in urgenza. Laddove possibile, potremmo addirittura fare finta che dicembre sia un mese come gli altri e se non necessario ai fini finanziari, rimandare la consegna a gennaio.

Uno dei settori su cui si può intervenire è quello dei costi variabili e un esempio che possiamo fare concerne sia i prodotti monouso che gli impianti dentali e i bracket ortodontici. Infatti, entrambi vengono acquistati dallo studio odontoiatrico in base alla quantità di pazienti presenti e gli appuntamenti presi in quel periodo: se la pianificazione economica sarà stata ben fatta, non sarà necessario spendere tutto il fatturato di dicembre per acquistare extra materiale per abbattere l’utile, poiché a dicembre ci troveremo esattamente dove volevamo essere, sia davanti alla banca sia davanti al fisco.

Per quanto riguarda le uscite, tra le più importanti a fine anno risultano i costi di laboratorio e cioè le spese che lo studio sostiene per assicurarsi i manufatti protesici ed ortodontici. Anche in questo caso, la pianificazione mensile (fatta a gennaio..) dei pagamenti e delle uscite, permetterà di non avere brutte sorprese, che mettono a dura prova la liquidità.

E’ importante sottolineare come tutti questi interventi debbano essere pianificati per tempo ed essere sempre presenti in un piano strategico personalizzato, in sintonia con gli obiettivi dello studio odontoiatrico. Viceversa, muoversi autonomamente potrebbe risultare dannoso.

 

Hai bisogno di aiuto per la pianificazione economica del prossimo anno? Rivolgiti ai nostri esperti di Trust Management Odontoiatrico

Leggi Tutto
Analisi dei Costi di uno Studio Odontoiatrico

L’analisi dei costi, come parte dell’attività di controllo e gestione delle risorse economiche, rappresenta uno dei capisaldi su cui poggiano tutte le tipologie di impresa. La corretta amministrazione dei capitali è tema fondamentale dell’intero sistema finanziario e non può che interessare anche la gestione efficiente di uno studio odontoiatrico.

Rendere operativa l’analisi dei costi nel proprio studio odontoiatrico consente di avere sotto controllo il dettaglio di produzione ed uscite per riuscire a gestire una programmazione di lungo periodo, anche in materia di investimenti sostenibili.

Analisi dei costi fissi e variabili

I costi fissi e i costi variabili sono gli elementi fondanti dell’analisi e tra i più importanti punti da prendere in esame sia in fase di avvio di un’attività d’impresa, che durante la sua gestione.

Per costi fissi si intendono quei costi che non mutano al variare delle quantità prodotte o dell’attività quantitativamente svolta. Sono quei costi che bisogna sostenere anche in assenza di attività e quindi di ricavi. I costi variabili viceversa rappresentano la sommatoria dei costi che variano a seconda della quantità di bene prodotta o della mole di attività svolta nel caso di uno studio odontoiatrico.

La differenza tra costi fissi e costi variabili assume importanza quando si valuta l’opportunità di variare un costo di produzione nel breve periodo. I costi fissi sono spesso connessi a fattori produttivi strutturali (affitto dello studio, stipendio personale dipendente, fondi previdenziali o assicurativi, leasing) e non possono essere modificati nel breve periodo.

I costi variabili invece possono subire variazioni nel breve periodo sulla base della produzione e delle prestazioni erogate, oltre che delle procedure scelte. Due classici esempi di costi variabili sono: i costi per i servizi, (legati all’operatore di poltrona o destinati al laboratorio per la produzione di manufatti protesici e ortodontici) e quelli per il materiale di consumo dello studio.

Differenze tra Costi Diretti e Costi Indiretti

Un’altra fondamentale distinzione riguarda i costi diretti e i costi indiretti. I primi hanno un’influenza diretta sulla produzione e si riferiscono esclusivamente al singolo prodotto o prestazione: attrezzature utilizzate per quella specifica operatività, ad esempio. Sono quei costi che hanno un’incidenza diretta sul progetto di investimento e ne determinano il prezzo.

I costi indiretti sono invece quei fattori produttivi non strettamente connessi al singolo progetto ma che vengono impiegati simultaneamente su più aree di business. Le utenze, i costi di amministrazione e l’affitto di strutture appartengono a questa categoria di costi. I costi indiretti gravano con la stessa intensità su ogni singolo progetto e possono arbitrariamente essere considerati all’interno dei costi ascrivibili al singolo piano di investimento.

Individuare i costi di uno studio odontoiatrico

Lo studio odontoiatrico, così come qualunque altra tipologia di impresa, deve tener conto di costi fissi, variabili, diretti e indiretti.

I costi fissi rappresentano la fonte più consistente nel computo dei costi totali di gestione di uno studio odontoiatrico. Alcuni esempi di costi fissi sono:

  • I costi del personale (segretarie, amministrativi e assistenti di studio, ad esempio)
  • I costi previdenziali (Enpam ed Inps)
  • I costi assicurativi (infortuni, furto incendio etc)
  • I costi per arredi e apparecchiature (strumenti odontoiatrici, poltrone etc)
  • I costi associativi (Rinnovi iscrizione all’Ordine degli Odontoiatri e società scientifiche)

I costi fissi, a loro volta, possono essere articolati in costi diretti e costi indiretti. I primi sono correlati esclusivamente alla singola prestazione, mentre i costi indiretti vengono distribuiti equamente su tutte le attività svolte nello studio odontoiatrico. Il costo dei dipendenti amministrativi, ad esempio, può essere imputato a tutte le attività svolte dal dentista e quindi è da considerarsi un costo indiretto. Viceversa l’acquisto di una TAC cone beam è da ascriversi solamente alle attività di implantologia, dunque rientra nei costi diretti.

Il calcolo dei costi fissi viene effettuato su base annuale: dividendo l’ammontare dei costi fissi totali per le 12 mensilità si ricava la sommatoria dei costi fissi del singolo mese. In questo modo è possibile anche ricavare il costo fisso giornaliero o settimanale dello studio.

I costi variabili di uno studio odontoiatrico possono essere suddivisi in 3 macro-categorie:

  1. Costo dell’operatore: associato al corrispettivo da riconoscere al professionista che ha eseguito la prestazione. Rientrano in questi costi sia l’operato dei dentisti che quello degli igienisti dentali. Indipendentemente dal ruolo che occupa chi svolge la prestazione (titolare, socio, dipendente), questo deve essere calcolato come costo operatore.
  2. Costi di laboratorio: sono i costi che lo studio odontoiatrico paga al laboratorio per la lavorazione dei manufatti ortodontici o protesici come ad esempio apparecchi ortodontici, ponti e riparazioni.
  3. Costi dei materiali: rientrano in questa categoria i materiali necessari per l’esecuzione di una certa prestazione. Il materiale di consumo può essere monouso oppure no. Esempi pratici di materiale di consumo sono: bicchieri, guanti e materiali per la sterilizzazione di strumenti chirurgici.

I costi variabili forniscono dei dati molto attendibili sulla qualità della prestazione offerta dallo studio odontoiatrico di riferimento.

Desideri fare il passo successivo e cominciare da oggi a migliorare efficienza e performance del tuo studio?

 

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA PERSONALIZZATA.
SCEGLI L’ESPERIENZA DI TRUST MANAGEMENT ODONTOIATRICO.

Leggi Tutto
Analisi SWOT di uno studio odontoiatrico: cos’è e come può aiutarti a sviluppare la tua attività

L’analisi SWOT è un valido ed utile strumento di pianificazione strategica ampiamente utilizzato per valutare i punti di forza e di debolezza, le opportunità e le minacce della propria attività, al fine di determinare quali siano le decisioni migliori da prendere per il raggiungimento dei propri obiettivi. Se usata correttamente, l’analisi SWOT può rivelarsi preziosa per far crescere il tuo studio odontoiatrico.

Vediamo di cosa si tratta e quali vantaggi offre.

Che cos’è l’analisi SWOT

Ideata dall’economista statunitense Albert Humphrey in seguito ad un progetto di ricerca condotto presso l’Università di Stanford tra gli anni Sessanta e Settanta, l’analisi SWOT, altresì nota come matrice SWOT, consente di analizzare:

  • punti di forza (Strenghts)
  • punti di debolezza (Weaknesses)
  • opportunità (Opportunities)
  • minacce (Threats).

Questi fattori vengono suddivisi in due macrocategorie, che identificano i fattori interni ed esterni dell’organizzazione aziendale. I fattori interni dell’analisi SWOT sono i punti di forza e di debolezza dell’azienda, ossia gli elementi utili o dannosi per il raggiungimento dei traguardi che ci si è prefissati.

I fattori esterni invece sono le opportunità del mercato da cui è possibile trarre vantaggio e le minacce che rischiano di ostacolare l’ottenimento dei risultati che ci si è preposti di raggiungere.

Analizzando i vari fattori, è possibile mettere a fuoco quali siano gli elementi su cui investire e quali siano le criticità su cui intervenire: questo ci aiuta ad essere più consapevoli delle opportunità che possono portare beneficio e delle minacce che potrebbero arrecare un danno sia all’interno dello studio che nel tuo mercato locale.

L’analisi SWOT può essere illuminante e di grande aiuto per:

  • elaborare la tua strategia di business
  • definire le azioni con cui realizzare tale strategia
  • affrontare le avversità con cognizione di causa
  • imparare a trasformare i rischi in opportunità

Analisi SWOT: come funziona

Le fasi dell’analisi SWOT sono:

  • definizione dell’obiettivo da raggiungere
  • definizione di punti di forza, punti di debolezza, opportunità e minacce
  • analisi di tali fattori
  • determinare come sfruttare a proprio vantaggio le opportunità ed i punti di forza
  • decidere in che modo minimizzare i rischi e neutralizzare le minacce
  • trovare il modo per migliorare gli aspetti in cui si è carenti
  • elaborare una strategia di business
  • scegliere le azioni concrete, gli strumenti e le tecniche con cui attuare la strategia necessaria per raggiungere l’obiettivo.

Senza una strategia di business ed una pianificazione strategica non si arriva da nessuna parte. Dedicare tempo ed attenzione all’analisi SWOT pertanto è fondamentale per la tua attività.

Esempio di analisi SWOT per uno studio odontoiatrico

Passiamo dalla teoria alla pratica. Presentiamo un esempio di analisi SWOT applicata ad uno studio odontoiatrico, con l’obiettivo di generare maggiore profitto.

Fattori interni Punti di forza Punti di debolezza
  • Professionalità ed esperienza dello staff medico altamente qualificato
  • Qualità tecnica di attrezzature e strumenti disponibili presso lo studio
  • Uso di materiali di prima qualità
  • Cortesia, proattività e competenza dello staff (receptionist, segretarie amministrative, assistenti alla poltrona)
  • Difficoltà nel fidelizzare i pazienti
  • Difficoltà di attrarre nuovi clienti
  • Poca dimestichezza con i pazienti in età prescolare
Fattori esterni Opportunità Minacce
  • Possibilità di aderire a convenzioni
  • Fondi europei per medici e dentisti
  • Dentista Sociale (accordo tra Ministero del Lavoro e Associazione dei Dentisti Italiani)
  • Concorrenza (sleale) degli studi dentistici low cost
  • Difficoltà economiche che affliggono molte famiglie italiane

 

Il passo successivo? Contattaci per una consulenza personalizzata. Affidati all’esperienza di Trust Management Odontoiatrico per migliorare le performance del tuo studio.

Leggi Tutto
Cos’è un piano strategico: come realizzare un piano per il tuo Studio Odontoiatrico

Strumento cardine per il controllo di gestione, il piano strategico può esser definito come quel documento aziendale in cui si raccolgono la vision, gli obiettivi e le strategie che favoriscono lo sviluppo dell’impresa. Si tratta di una visione a lungo termine per la crescita del business senza la quale diventa complesso individuare le attività più utili da intraprendere. 

Progettare il futuro sulla base di strumenti simili è fondamentale per permettere al tuo studio odontoiatrico di crescere sfruttando appieno le proprie potenzialità. Con il piano strategico si cerca di definire la vision della propria attività nel lungo periodo ed elaborare il piano d’azione più appropriato per raggiungere tale meta. Contestualmente si mettono a fuoco quali mezzi, strumenti e risorse (anche di tipo finanziario) sono necessarie per raggiungere questi obiettivi.

La pianificazione è un’attività indispensabile per la gestione di qualsiasi tipo di attività. Senza una pianificazione strategica aziendale, lo studio si ritroverebbe a inseguire esclusivamente obiettivi di breve periodo, incapaci di garantire una crescita o un futuro solido. Offrire un servizio di qualità non è più sufficiente. Oggi serve una strategia vincente.

Che cos’è il piano strategico

Il piano strategico è un documento attraverso il quale l’azienda definisce i propri obiettivi analizzando, valutando e determinando:

  • la meta che si desidera raggiungere
  • ciò che occorre fare
  • le azioni concrete e le tecniche più efficaci che occorrerà porre in essere per il conseguimento degli obiettivi
  • le risorse e gli strumenti necessari per mettere in atto tali azioni
  • i vantaggi che ne deriveranno

La pianificazione strategica aziendale è un valido strumento con cui definire il traguardo che si intende raggiungere, comprenderne la fattibilità (ed eventualmente operare variazioni) e concentrare gli sforzi dell’intero team verso il raggiungimento del risultato. Il piano strategico permette di valutare l’efficacia e la completezza delle proprie azioni.

Creare un piano strategico: i primi passi

L’elaborazione di un piano strategico è essenziale per individuare la meta ed il percorso più efficace per il suo raggiungimento. All’interno del piano strategico ci si pongono le domande fondamentali per il successo in un mercato complesso come quello degli studi odontoiatrici.

  • Definire la vision: dove vorresti vedere il tuo studio tra 5 anni

La vision definisce come desideri che il tuo studio dentistico si evolva nel medio-lungo periodo. Si tratta di una proiezione di uno scenario futuro che rispecchi i tuoi valori, le tue aspirazioni, i tuoi ideali. Chiediti dove vorresti vedere il tuo studio odontoiatrico tra 5 anni. Una domanda semplice la cui risposta può fondare le basi dei piani operativi tattici per raggiungere tale meta.

  • Costruire la mission

La mission è, in buona sostanza, una “scomposizione” della vision. Concentrati su piccoli obiettivi in funzione della tua aspettativa più ampia, individua le risorse da adoperare e le modalità più idonee. La mission è orientata sul presente e fornisce una buona base per sviluppare il piano operativo da portare avanti giorno dopo giorno. La mission del tuo studio odontoiatrico dovrebbe includere:

  • La storia del tuo studio
  • Una definizione della tipologia di utenza a cui desideri rivolgerti
  • I valori che guidano la tua azione
  • Gli strumenti da utilizzare per il raggiungimento degli obiettivi di crescita individuati
  • I bisogni a cui risponde la tua attività
  • Le risorse a disposizione dello studio
  • Differenze dalla concorrenza

  • Obiettivi strategici

Gli obiettivi strategici stabiliscono le modalità utili per raggiungere il risultato che ci si è prefissati. Si tratta di traguardi intermedi, generalmente suddivisi in obiettivi annuali, che ti permettono di procedere gradualmente verso il raggiungimento degli obiettivi a lungo termine della vision. Possono essere suddivisi per area di lavoro e programmati con precisione sia in termini di tempo che di strumenti di controllo.

 

Sei pronto a stilare il tuo piano strategico? Contattaci, ti aiuteremo a individuare gli obiettivi e le strategie più efficaci per la crescita del tuo studio odontoiatrico.

Leggi Tutto